Comunicati stampa

Sol&Agrifood piace per il giusto mix di b2b e gusto

/ di

Si è chiusa con un incremento dei visitatori specializzati l’edizione 2019 del Salone Internazionale dell’Agroalimentare di Qualità di Veronafiere. Le presenze sono state 57.800; il 27% erano operatori esteri provenienti da 131. Oltre 400 gli incontri b2b organizzati.

Verona, 12 aprile 2019 - Il mix di affari, degustazioni, cooking show ed educational realizzato da Sol&Agrifood piace sempre più agli operatori in arrivo da tutto il mondo, che crescono di anno in anno.

L’edizione 2019 del Salone Internazionale dell’Agroalimentare di Qualità realizzato da Veronafiere in concomitanza con Vinitaly è stato visitato da 57.800 tra importatori, buyer specializzati e operatori del canale horeca; nel 2018 erano stati poco meno di 52.300. Sul totale dei visitatori, quelli provenienti dall’estero sono stati il 27%, provenienti da 131 nazioni: la maggior parte (64%) in arrivo dai Paesi europei, il 18% da Usa e Canada e l’11,5% dall’Estremo Oriente, principalmente da Cina, Giappone e Hong Kong.

Incrementati gli appuntamenti b2b organizzati nello spazio ampliato dell’International Meeting Point: oltre 400 quelli organizzati da Sol&Agrifood con i trader selezionati con l’incoming realizzato da Veronafiere nei più interessanti mercati di consumo di prodotti agroalimentari di alta gamma. Inoltre era presente in fiera una delegazione di buyer di vari Paesi, selezionata da Agenzia Ice, che ha visitato gli stand degli espositori e partecipato a molti degli appuntamenti in calendario.

Soddisfazione è stata espressa dai buyer internazionali per la varietà, la qualità e l'originalità dell’offerta agroalimentare, proposta dagli espositori presso gli stand o nelle molte iniziative in programma. Sono stati 88 complessivamente gli appuntamenti realizzati all’interno delle tre macro aree: il food nell’Agorà con degustazioni e cooking show; gli oli extra vergine di oliva delle più interessanti aree di produzione in sala Mantegna per i tasting guidati, mentre l’area birre ha visto protagoniste le birre artigianali e gli stessi operatori, in particolare i distributori, riuniti a Sol&Agrifood per dibattere del futuro di questa categoria di birre in Italia.

L’olio extra vergine di oliva territoriale e di qualità ha confermato di avere sempre un ruolo di rilievo all’interno di Sol&Agrifood, grazie anche alle iniziative realizzate per valorizzare in chiave marketing gli oli vincitori del concorso Sol d’Oro. Quest’anno oltre alle degustazioni guidate dal capo panel del concorso, sono stati molto seguiti anche i cooking show del cuoco Giorgione con cinque ricette originali per i vincitori delle cinque categorie.

Tra gli espositori, buoni risultati per le new entry che hanno dichiarato di aver avuto interessanti contatti e, in alcuni casi, di aver anche firmato contratti già durante i giorni di fiera.

Chiuso il 2019, si sta già lavorando per Sol&Agrifood 2020, in programma dal 19 al 22 aprile. In mezzo un ricco calendario di appuntamenti legati all’olio extra vergine di oliva, con la partecipazione all’Olive Oil Kansai in Giappone dal 14 al 16 maggio; Sol d’Oro Emisfero Sud in programma in Perù a settembre e Sol d’Oro Emisfero Nord a Verona a febbraio 2020, durante il quale si svolgeranno anche gli Evoo Days.

Condividi l'articolo

Categorie: birra, olio extravergine, Sol&Agrifood, pane, pasta, pizza, salumi e formaggi, food, caffe

Servizio Stampa Veronafiere

Tel.: + 39.045.829.82.42 – 82.85
E-mail: pressoffice@veronafiere.it
Web: www.solagrifood.com

Cercami su: