Comunicati stampa

Ad Hong Kong vino chiama olio evo e per l’Italia si aprono le porte della Cina

/ di

Si chiama Sol Intl’ EVO Oil Show e si svolgerà durante l’Hong Kong International Wine & Spirits Fair la nuova iniziativa di Veronafiere per vendere, promuovere e posizionare l’olio extravergine di oliva in Cina dove nell’ultimo anno l’export italiano è cresciuto del 41%, e sui mercati dell’Estremo Oriente.

 

Verona, 18 ottobre 2018 – Veronafiere inaugura un nuovo ponte verso la Cina per l’export di uno dei prodotti simbolo del made in Italy, l’olio extravegine di oliva. Accanto al rinnovo della collaborazione per il settore del vino, Veronafiere e Hong Kong Trade Development Council hanno siglato un accordo e lanciato una iniziativa dedicata specificatamente all’olio d’oliva, chiamata World of Olive Oi. La prima edizione si svolgerà in parallelo all’Hong Kong International Wine & Spirits Fair dall’8 al 10 novembre. All’interno del salone, l’area riservata all’olio extravergine di oliva, denominata Sol Intl’ EVO Oil Show, sarà curata e gestita da Sol&Agrifood, forte del know-how acquisito con Sol e con il Concorso Internazionale Sol d’Oro.

L’iniziativa vuole rispondere alla crescente domanda di olio di oliva in Cina. Basti pensare che il Paese del dragone continua ad aumentare le proprie importazioni, arrivando nella campagna olearia 2017/2018, che si è conclusa il 30 settembre scorso, a 45 mila tonnellate, contro le 44 mila del 2016/2017. Un piccolo incremento, ma significativo di un trend che vede il Paese del dragone avvicinarsi ai consumi del Giappone, che a sua volta ha importato 55 mila tonnellate, in crescita di 1.000 tonnellate sull'annata precedente. Significativo anche il consumo dell'isola di Taiwan, attestato a 6,5 tonnellate.

Solo dieci anni fa i consumi di olio d'oliva in questi paesi era assai modesto o inesistente. Le prime statistiche per la Cina risalgono al 2008/2009, quando il paese importò 12 mila tonnellate, mentre il Giappone era a 30 mila e Taiwan a 4 tonnellate.

Molto positivo anche il trend dell’olio italiano in Cina, che secondo i dati Istat nel 2017 ha fatto segnare un fatturato di oltre 40 milioni di euro, con una crescita del 41% rispetto all'anno precedente.

Sol Intl’ EVO Oil Show ad Hong Kong rappresenta il riconoscimento, in Asia, del ruolo di leader mondiale dell’Italia nel settore dell’olio di oliva, che proietta i produttori nazionali sul mercato cinese, grazie allo status privilegiato di Hong Kong in materia di controlli alle frontiere, dazi, procedure doganali per l’accesso delle merci in Cina. Storicamente, Hong Kong rappresenta un hub anche per il resto del continente asiatico.

La partecipazione a Sol Intl’ EVO Oil Show, organizzata in forma di collettiva, è riservata a produttori, consorzi, associazioni dell’olio extravergine di oliva interessati a vendere, promuovere e posizionare i loro prodotti in Cina. A loro Veronafiere offre soluzioni chiavi in mano, servizi e supporto tecnico e una convenzione per la spedizione degli oli.

Oltre a incontri b2b e walk around tasting, alla due giorni di Hong Kong è in programma la presentazione con degustazione degli oli vincitori di Sol d’Oro Emisfero Nord ed Emisfero Sud guidata da Marino Giorgetti, capo panel di Sol d’Oro.

 

Per informazioni:

https://business.veronafiere.eu/newsletter/download/SAG/2019/ITA-FoglioInformativoSOL_SHOW_WOOO2018.pdf

Condividi l'articolo

Categorie: Sold'Oro, Sol&Agrifood

Servizio Stampa Veronafiere

Tel.: + 39.045.829.82.42 – 82.85
E-mail: pressoffice@veronafiere.it
Web: www.solagrifood.com

Cercami su: