Comunicati stampa

A SOL&AGRIFOOD GLI OPERATORI PREMIANO ORIGINE, STORIA E INNOVAZIONE

/ di

Varietà dell’offerta, nuovi prodotti, elasticità nel cogliere i gusti dei consumatori sono queste le caratteristiche vincenti degli espositori del Salone Internazionale dell’Agroalimentare di Qualità. Sale l’interesse dei trader esteri, che rappresentano il 27% dei 59.300 visitatori di questa edizione

Verona, 26 aprile 2018 – Molti contatti con operatori commerciali di piccole e medio-grandi dimensioni, sia italiani che esteri: chiude così l’edizione 2018 di Sol&Agrifood , soprattutto per i nuovi espositori e per quelli più creativi che con la loro artigianalità e flessibilità sanno intercettare i gusti e la voglia di novità dei consumatori.

I numeri confermano l’interesse  per il Salone Internazionale dell’Agroalimentare di Qualità, con una crescita degli espositori, 317 da sette Paesi, e dei visitatori, arrivati a quota 59.300, dei quali il 27% esteri provenienti da 130 nazioni.

In mezzo a tante merceologie alimentari, la star indiscussa di Sol&Agrifood rimane l’olio extravergine di oliva, proposto da decine di aziende anche di piccole dimensioni, che affrontano i mercati esteri con la consapevolezza di offrire un prodotto diverso da qualsiasi altro, evocativo del proprio territorio. Fiera di riferimento internazionale per l’olio extravergine, a Verona presente anche la produzione del Marocco con una grande collettiva di produttori.

All’olio extravergine di oliva sono state dedicate molte delle degustazioni e dei cooking show in calendario durante i giorni della fiera, tutti molto affollati specie da operatori esteri, interessati a capire le peculiarità del singolo olio, ma anche a migliorare la propria conoscenza su differenze e usi dei diversi oli extravergine in cucina.

Nelle altre aree del salone, in aumento gli espositori esteri rispetto allo scorso anno: la Polonia con le sue specialità tradizionali, la Germania con birre e cioccolata, l’Austria con le birre artigianali e poi Spagna e Giappone, mentre l’Ucraina ha realizzato una degustazione di presentazione dei suoi prodotti tipici.

Sempre a caccia di novità, quest’anno i trader del food hanno avuto una particolare attenzione per il beverage, specialmente liquori e bibite con una forte componente territoriale della materia prima, e per le birre artigianali e Iga (Italian grape ale), queste ultime a rappresentare una felice contaminazione tra mondo della birra e vino.

Sempre di successo la presenza dei salumi, per la grande varietà dell’offerta italiana e per l’irripetibilità dei processi al di fuori dei luoghi di origine. Queste anche le caratteristiche vincenti delle proposte dolciarie e dei prodotti da forno, che conquistano il palato con gli elevati standard di qualità richiesti oggi, il gusto e la loro storia, a volte risalente al Rinascimento italiano o legata a personaggi del passato.

La tradizione del made in Italy che innova e si rinnova per essere vincente anche sui mercati internazionali è stata premiata  anche dagli esperti che hanno selezionati i vincitori del premio Golosario, giunto quest’anno alla sua decima edizione in fiera. Ventuno le specialità selezionate tra birre, bevande, conserve, prodotti da forno e dolci, salumi e sfiziosità.
Condividi l'articolo

Categorie: Sol&Agrifood

Servizio Stampa Veronafiere

Tel.: + 39.045.829.82.42 – 82.85
E-mail: pressoffice@veronafiere.it
Web: www.solagrifood.com

Cercami su: