26 Golose eccellenze da scoprire e mangiare

Nato per premiare le eccellenze emergenti dell'agroalimentare italiano presenti a Sol&Agrifood, il premio Golosario ha festeggiato nel 2019 la sua decima edizione. Negli anni il riconoscimento è stato di buon auspicio per tantissime start up, ma anche per produttori storici che hanno vissuto un importante momento di confronto.

Japan Loves Italy

Tra tutti i mercati di destinazione dell’olio extravergine di oliva italiano, il Giappone assieme alla Svizzera rappresentano i paesi con il prezzo medio all’export più alto (rispettivamente 5,6 e 6 euro/kg) contro una media mondo pari a 5 euro/kg. Ma anche per quanto riguarda i formaggi, l’Italia presenta il posizionamento di prezzo più alto su questo mercato rispetto a tutti i diretti competitor (7,64 €/kg di prezzo medio all’import contro 3,62 euro dell’Australia o 3,97€ degli Usa). Questi numeri sono il risultato di un’indagine Agrifood Monitor di Nomisma e Crif.

Le ricette del Cuoco Giorgione: semplicità e gusto con gli oli vincitori del Sol d’Oro

Ogni anno, nelle giornate di svolgimento di Sol&Agrifood gli oli extravergine di oliva vincitori del concorso internazionale Sol d’Oro sono protagonisti di degustazioni guidate e walk around tasting dedicate ai buyer internazionali.

Le Stelle di Sol d’Oro brillano in Giappone

Gli oli vincitori di Sol d’Oro sono stati protagonisti, grazie a Sol&Agrifood, alla terza edizione Olive Oil Kansai in Giappone, la più importante fiera dedicata all’olio di oliva dell’Asia svoltasi dal 14 al 16 maggio.

Il meglio del meglio di Sol&Agrifood premiato con il Golosario 2019

Sono 26 i vincitori del Premio Golosario di Sol&Agrifood 2019. Il premio, stato assegnato nella giornata conclusiva del Salone Internazionale dell’Agroalimentare di Qualità, è un’iniziativa di valorizzazione e comunicazione voluto da VeronaFiere per accompagnare le migliori azienda oltre il momento fieristico.

L’olio evo come il vino, un tesoro fatto di biodiversità, terroir e cultura

Le minacce al mondo olivicolo italiano ormai arrivano da vari fronti: il cambiamento climatico che mette in crisi la produzione, un mercato sempre più globalizzato, la generale diseducazione al consumo di oli di qualità e la corsa al prezzo basso.