Con un po' di orzo la pastasciutta diventa nutraceutica

/ di

La pasta è molto ricca di carboidrati e povera di fibre, da cui la necessità di non eccedere, a tutto beneficio del cuore.

 

Se però alla semola di grano duro aggiungiamo un po' di farina d'orzo otteniamo un prodotto perfetto per la nostra salute.

Tutto merito del beta-glucano, una fibra amica del nostro cuore, come scoperto dalla Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa.

La pasta con farina d'orzo diventa un alimento funzionale, utile anche a ridurre il rischio che le coronarie si occludano.

Lo studio sui topi dimostra che l'assunzione regolare della pasta funzionale contribuisce a stimolare, nei cuori sani, la crescita di nuovi rami collaterali delle coronarie.

Lo fa aumentando l'espressione di due molecole: il fattore di crescita vascolare Vegf, che favorisce la formazione di nuovi vasi sanguigni, e la parchina, proteina che protegge dagli effetti dell'ischemia le cellule che rivestono il lume delle coronarie.

I risultati della ricerca indicano inoltre che l'assunzione giornaliera di pasta con beta-glucano d'orzo non induce resistenza all'insulina, contrastando la comparsa del diabete.

 

[Fonte: Teatro Naturale per Sol&Agrifood]

Condividi l'articolo

Categorie: Evoo & Food News