Le virtù dell'olio extra vergine di oliva spiegate dagli indiani

/ di

Può apparire paradossale che siano i ricercatori indiani dell'Università del Kashmir a spiegare le virtù dell'olio extra vergine d'oliva e in particolare di un suo fenolo: l'idrossitirosolo. Occorre però ricordare che in tutti i Paesi asiatici l'extra vergine è rinomato e apprezzato proprio per le sue proprietà nutraceutiche.

Ecco allora che non deve stupire l'attenzione dell'università indiana per questo composto bioattivo. In particolare, partendo da presupposto che l'idrossitirosolo è un derivato dell'oleouropeina, altro fenolo caratteristico dell'oliva e dell'olio d'oliva, i ricercatori indiani si sono concentrati sulle proprietà salutistiche che vanno dalla prevenzione al diabete, agli stati infiammatori e allo stress ossidativo, ai disturbi nervosi, all'angiogenesi, ad alcune tipologie di tumori fino al contrasto contro la tossicità da metalli pesanti, contro alcuni danni muscolari e contro la nefrotossicità.

Tutti questi effetti sono spiegati da varie ricerche scientifiche attraverso meccanismi nutrigenomici e immunomodulatori, sperimentati e convalidati sia in vitro sia in vivo.

Condividi l'articolo

Categorie: Teatro Naturale, blog, food, Sol&Agrifood, Evoo & Food News