La pasta più light è quella aglio olio e peperoncino

/ di

Nel suo genere è una ricetta light ma è anche tra le più gustose e conosciute al mondo: è la ricetta degli spaghetti aglio olio e peperoncino. Si tratta di un classico della cucina italiana e della dieta mediterranea, facile e velocissimo da preparare, che dà però il meglio di sé solo usando ingredienti di qualità e rispettando alcune semplici regole.

La pasta deve essere di grano duro, lavorata secondo la tradizione per poter tenere la cottura mantenendosi elastica e consistente sotto i denti. In Italia si tratta di un dato di fatto, ma non è sempre così nel resto del mondo, dove comunque 1 piatto di pasta su 4 è fatto con prodotto italiano.

Sulla bontà finale incide anche il metodo di cottura, che richiede abbondante acqua salata portata a bollore e non certo la stufatura di tutti gli ingredienti insieme (sigh) come in uso ad esempio negli Stati Uniti, ma non solo.
L’olio deve essere rigorosamente extravergine di oliva; consigliati gli olii evo fruttati intensi, dall’aroma pronunciato che conferiscono corposità al piatto.

È proprio l’olio extravergine a rendere light la ricetta. Si tratta infatti di un semplice condimento aromatizzato con aglio e peperoncino e non di un sugo fatto di diversi ingredienti, che permette di mettere in tavola un piatto di pasta (80 grammi) con solo circa 400 calorie, equilibrato dal punto di vista nutrizionale e di grande soddisfazione per il palato.

La ricetta della pasta aglio olio e peperoncino si perde nel tempo e il suo luogo di origine non è certo, anche se a contendersela sono principalmente Napoli, il Lazio e la Toscana. Visti gli ingredienti è però giustificato pensare che faccia parte della cucina povera di tutte le regioni produttrici di olio in Italia, magari con qualche variante locale, come l’aggiunta di olive, pomodorini, pangrattato tostato, alici o altro.

La preparazione dell’olio per condire la pasta richiede una certa attenzione. Per 320 grammi di spaghetti (4 porzioni) servono 2 spicchi di aglio, 2-3 peperoncini freschi e 8 cucchiai di olio evo.

L’aglio tritato e il peperoncino fresco tagliato a rondelle vanno aggiunti all’olio versato in una larga padella e scaldati a fiamma dolce per un paio di minuti. Attenzione, è proprio questo il momento che può fare la differenza tra un buono o cattivo risultato, perché fuoco alto e cotture prolungate fanno perdere all’olio e agli altri ingredienti la freschezza del loro aroma.

La pasta deve essere cotta in acqua leggermente più salata del solito e, a fine cottura, va mantecata assieme a un mestolo della sua acqua nella padella con l’olio. Impiattiamo e poi… tutti a tavola!

Condividi l'articolo

Categorie: olio extravergine, pane, pasta, pizza, food, blog